MAB UNESCO

Il programma MAB (Man and the Biosphere) è stato avviato dall'UNESCO nel 1970 allo scopo di migliorare, a livello mondiale, le relazioni tra le popolazioni e l’ambiente in cui vivono. È un programma scientifico intergovernativo che propone ricerca interdisciplinare per la dimostrazione e la formazione in gestione delle risorse naturali. Il Programma MAB sviluppa base nell'ambito delle scienze naturali e sociali per l'uso razionale e sostenibile e la conservazione delle risorse della biosfera e per il miglioramento delle relazioni generali tra le persone e il loro ambiente. Esso prevede le conseguenze delle azioni di oggi sul mondo di domani e di conseguenza aumenta la capacità delle persone di gestire in modo efficiente le risorse naturali per il benessere della popolazione umana e per l'ambiente.

La rete globale comprendente tutte le Riserve (World Network of Biosphere Reserves - WNBR) è suddivisa in cinque reti locali: EuroMaB, U.S. MaB, Afrinet MaB, East Asia MaB e MaBnet Americas.

Le Riserve MAB sono oggi 651 (15 transfrontaliere), distribuite fra 120 paesi. Tredici sono quelle presenti in Italia.

map

Concentrandosi su siti riconosciuti a livello internazionale all'interno della rete mondiale di riserve della biosfera, il programma MAB si impegna a:

  • individuare e valutare i cambiamenti nella biosfera determinati dalle azioni umane e dagli eventi naturali, e gli effetti degli stessi sull’uomo e l’ambiente, soprattutto nel contesto delle azioni di contrasto ai cambiamenti climatici;
  • studiare e comparare i rapporti dinamici tra gli ecosistemi naturali ed i processi socio-economici, soprattutto con riferimento alla progressiva perdita della diversità biologica e culturale ed alle serie minacce per gli ecosistemi e per la loro capacità di fornire servizi essenziali per il benessere umano;
  • assicurare sviluppo eco-compatibile ed un ambiente vivibile in un contesto globale caratterizzato da processi di rapida urbanizzazione e di eccessivo consumo energetico considerati come fattori scatenanti dei cambiamenti climatici;
  • promuovere lo scambio e la divulgazione di conoscenze sui problemi ambientali e sulle eventuali soluzioni, nonché la formazione ambientale nel settore della gestione e dello sviluppo sostenibile.